MENU
Casa Quadrata
Nuova costruzione di abitazione
privata realizzata in legno, Arezzo

Una casa di legno e sughero

E' possibile costruire una casa ecologica, sana ed energeticamente performante in tempi brevi? Risposta affermativa. Casa Quadrata è uno NZEB (Near Zero Energy Building) progettato per una famiglia con figlio che sognava di abitare in una casa costruita in legno, isolata con materiali naturali, con consumi vicino allo zero, e con finiture interne prive di emissioni. Per fare ciò, siamo partiti dal disegno bioclimatico dell'abitazione, orientandola correttamente e dotandola di logge per gestire l'ingresso dei raggi solari e creare spazi filtro tra l'interno e l'esterno.

Abbiamo poi progettato una casa con struttura portante in legno lamellare, isolata con pannelli di fibra di legno e sughero, performanti e traspiranti, e dotata di una copertura isolata e ventilata, per evitare surriscaldamenti estivi. Grazie a fabbisogni minimi, l'edificio è stato dotato di un impianto in pompa di calore con ventilazione meccanica controllata connesso a 4 kW di pannelli fotovoltaici che producono la gran parte dell'energia necessaria alla conduzione dell'abitazione.
Grazie alla prefabbricazione spinta proposta dalla ditta esecutrice, la casa è infine stata edificata in soli 8 mesi.

Progetto: Matteo Pierattini, Sara Bartolini
Direzione lavori: Matteo Pierattini
Strutture: Ing. Leonardo Negro, Exilo
Impresa esecutrice: Rubner Haus
Photo: Matteo Pierattini

NZEB Near Zero Energy Building

Una casa di legno e sughero

Un volume compatto, scavato in funzione dei punti cardinali e della disposizione degli ambienti interni.

1.Un cubo scavato

La casa sorge nella periferia della città, all'interno di un lotto esposto al sole per tutto l'arco della giornata. Il disegno dell'edificio è pertanto stato fondato sui principi della progettazione bioclimatica: un volume compatto, poco disperdente, forato da logge funzionali a gestire l'ingresso dei raggi solari nel corso dell'anno, e relazionate agli ambienti interni.

L'ingresso alla casa avviene da nord, dove il volume si apre per creare un riparo dalla pioggia alla porta di ingresso; la zona giorno a piano terra è dotata di una grande loggia a sud per gestire l'ingresso del sole, mentre la zona notte a piano primo è dotata di una loggia che interessa i quattro lati della casa. Il sole penetra gli ambienti interni in inverno, ma non in estate.

La casa sorge nella periferia della città, all'interno di un lotto esposto al sole per tutto l'arco della giornata. Il disegno dell'edificio è pertanto stato fondato sui principi della progettazione bioclimatica: un volume compatto, poco disperdente, forato da logge funzionali a gestire l'ingresso dei raggi solari nel corso dell'anno, e relazionate agli ambienti interni.

L'ingresso alla casa avviene da nord, dove il volume si apre per creare un riparo dalla pioggia alla porta di ingresso; la zona giorno a piano terra è dotata di una grande loggia a sud per gestire l'ingresso del sole, mentre la zona notte a piano primo è dotata di una loggia che interessa i quattro lati della casa. Il sole penetra gli ambienti interni in inverno, ma non in estate.

2.Spazi ampi e luminosi

La zona giorno è concepita come un ampio open space continuo nel quale si fondono ingresso, soggiorno, zona pranzo e cucina esposto a sud; una grande loggia studiata nel dettaglio garantisce l'ingresso dei raggi solari in inverno, massimizzando quindi luce ed apporti gratuiti di calore, ma taglia fuori il sole nella stagione estiva, evitando i surriscaldamenti.

Inoltre, grazie ad una grande finestra scorrevole, la loggia funge da spazio filtro tra l'interno ed il giardino esterno, una sorta di estensione del soggiorno interno verso il giardino. La cucina ed il tavolo da pranzo sono stati invece posizionati ad est, per raccogliere la luce al mattino, quando la famiglia è riunita per la colazione.

La zona giorno è concepita come un ampio open space continuo nel quale si fondono ingresso, soggiorno, zona pranzo e cucina esposto a sud; una grande loggia studiata nel dettaglio garantisce l'ingresso dei raggi solari in inverno, massimizzando quindi luce ed apporti gratuiti di calore, ma taglia fuori il sole nella stagione estiva, evitando i surriscaldamenti.

Inoltre, grazie ad una grande finestra scorrevole, la loggia funge da spazio filtro tra l'interno ed il giardino esterno, una sorta di estensione del soggiorno interno verso il giardino. La cucina ed il tavolo da pranzo sono stati invece posizionati ad est, per raccogliere la luce al mattino, quando la famiglia è riunita per la colazione.

La forma a U della cucina crea uno spazio di lavoro protetto e raccolto, offrendo un bancone per colazioni e pranzi veloci in direzione del soggiorno.

3.Spazi, luce, materiali

Il piano primo ospita la zona notte dell'abitazione; ad esso di accede mediante una scala interna dotata di una finestra a tetto, che permette di risparmiare energia grazie all'illuminazione naturale. Tutte le stanze di piano primo sono servite da una loggia che interessa tutti i quattro i lati della casa, che fornisce uno spazio esterno protetto a ciuscuna camera.

Tutta la casa è interessata da materiali, forme e colori semplici e naturali: i soffitti sono in legno, così come tutti i pavimenti interni, eccezion fatta per i bagni e le zone cucina ed ingresso, per evidenti ragioni di praticità e pulizia. La loggia di piano primo è interamente pavimentata in legno, per garantire un senso di calore e comodità a questo spazio ibrido tra interno ed esterno.

Il piano primo ospita la zona notte dell'abitazione; ad esso di accede mediante una scala interna dotata di una finestra a tetto, che permette di risparmiare energia grazie all'illuminazione naturale. Tutte le stanze di piano primo sono servite da una loggia che interessa tutti i quattro i lati della casa, che fornisce uno spazio esterno protetto a ciuscuna camera.

Tutta la casa è interessata da materiali, forme e colori semplici e naturali: i soffitti sono in legno, così come tutti i pavimenti interni, eccezion fatta per i bagni e le zone cucina ed ingresso, per evidenti ragioni di praticità e pulizia. La loggia di piano primo è interamente pavimentata in legno, per garantire un senso di calore e comodità a questo spazio ibrido tra interno ed esterno.

4.Una casa in legno super efficiente

La casa è stata progettata per essere realizzata con una struttura portante in legno di tipo platform frame, ovvero una struttura costituita da montanti e travi di dimensioni modeste, controventati da pannelli di gessofibra. L'edificio è pertanto molto leggero, e particolarmente funzionale in termini antisismici.

Le pareti sono isolate con pannelli di fibra di legno, e completate con un cappotto in pannelli di sughero. Il tetto è isolato e ventilato, per garantire il massimo comfort estivo. Un impianto in pompa di calore con ventilazione meccanica controllata unito a 3 kW di pannelli fotovoltaici spinge le prestazioni energetiche della casa verso consumi estremamente ridotti (ca. € 500,00 annui).

La casa è stata progettata per essere realizzata con una struttura portante in legno di tipo platform frame, ovvero una struttura costituita da montanti e travi di dimensioni modeste, controventati da pannelli di gessofibra. L'edificio è pertanto molto leggero, e particolarmente funzionale in termini antisismici.

Le pareti sono isolate con pannelli di fibra di legno, e completate con un cappotto in pannelli di sughero. Il tetto è isolato e ventilato, per garantire il massimo comfort estivo. Un impianto in pompa di calore con ventilazione meccanica controllata unito a 3 kW di pannelli fotovoltaici spinge le prestazioni energetiche della casa verso consumi estremamente ridotti (ca. € 500,00 annui).

Le stratigrafie di solai, pareti e coperture.

5.Progettazione esecutiva e prefabbricazione

La casa è stata progettata nel dettaglio per permettere di essere integralmente prefabbricata, ed abbattere radicalmente i tempi di costruzione. La fase di progettazione richiede quindi più tempo, ma i vantaggi di non avere imprevisti in cantiere permettono tempi e costi certi di costruzione. L’edificio è stato poi realizzato da Rubner Haus mediante una prefabbricazione spinta.

Tutte le pareti sono state portate in cantiere già provviste di impiantistica ed infissi, e semplicemente assemblate mediante un braccio meccanico con l'ausilio di pochi operai specializzati. Questo ha permesso, una volta realizzati gli scavi e le fondazione, di completare l'edificio in solo 4 mesi e di rendere abitabile la casa dopo solo 8 mesi dall’apertura del cantiere.

La casa è stata progettata nel dettaglio per permettere di essere integralmente prefabbricata, ed abbattere radicalmente i tempi di costruzione. La fase di progettazione richiede quindi più tempo, ma i vantaggi di non avere imprevisti in cantiere permettono tempi e costi certi di costruzione. L’edificio è stato poi realizzato da Rubner Haus mediante una prefabbricazione spinta.

Tutte le pareti sono state portate in cantiere già provviste di impiantistica ed infissi, e semplicemente assemblate mediante un braccio meccanico con l'ausilio di pochi operai specializzati. Questo ha permesso, una volta realizzati gli scavi e le fondazione, di completare l'edificio in solo 4 mesi e di rendere abitabile la casa dopo solo 8 mesi dall’apertura del cantiere.